Rimedi naturali per le gambe gonfie e pesanti

Donna stanca

L’arrivo della stagione calda accompagna l’insorgere di alcuni fastidiosi problemi come, ad esempio, gonfiore e sensazione di pesantezza a livello delle gambe. Tuttavia, se non si hanno particolari problemi di salute, vi sono alcuni semplici rimedi naturali che possono essere di aiuto per prevenirne o limitarne l’insorgenza.

Alimentazione

L’alimentazione è il primo fattore da considerare, soprattutto se il gonfiore delle gambe è causato da problemi di ritenzione idrica. In questo caso, è consigliabile ridurre il sale e, in generale, tutti gli alimenti confezionati.

Al contrario, é bene favorire l’assunzione di alimenti come fragole, mirtilli o ribes che aiutano l’organismo nei processi depurativi, oltre a svolgere un’azione positiva a livello di circolazione. Inoltre, sono consigliati anche agrumi e kiwi.

Tisane

Un aiuto arriva anche dall’impiego di tisane; in caso di ritenzione idrica, é consigliabile optare per preparati a base di fieno greco e timo.

Nel caso in cui, invece, ci sia necessità di stimolare maggiormente la circolazione del sangue è preferibile scegliere una tisana a base di foglie di mirtillo, menta, finocchio, centella asiatica e amamelide.

Infuso di foglie di nocciolo

Le foglie di nocciolo essiccate possono essere utilizzate per realizzare un infuso da bere per migliorare la circolazione; in particolare, è consigliabile assumerne una tazza due volte al giorno, una al mattino e una alla sera.

Melassa e semi d’anice

Un infuso realizzato con melassa e semi di anice può essere utilizzato per contrastare il gonfiore alle gambe, quando questo sia dovuto alla stanchezza, al caldo o alla posizione assunta durante la giornata.

É consigliabile consumarne una tazza, due o tre volte al giorno.

Movimento

Il movimento é un valido alleato al problema delle gambe gonfie e pesanti; una passeggiata a fine giornata, o un po’ di regolare movimento, contribuisce a migliorare i fastidiosi problemi di gonfiore.

Acqua fresca e pediluvi

Bere acqua, soprattutto nei mesi estivi, è utile per contrastare la disidratazione e per eliminare le tossine; è possibile sfruttare le qualità dell’acqua anche per effettuare pediluvi freschi o brevi docce per stimolare la circolazione.

Massaggi

Per alleviare i fastidi, è possibile effettuare massaggi specifici per eliminare la pesantezza e il gonfiore delle gambe a partire dalle caviglie, per poi risalire con movimenti circolari.

A fine giornata, é anche utile tenere le gambe sollevate da un cuscino per favorire lo sgonfiarsi delle caviglie.

Impacchi

L’applicazione di impacchi, sulle zone interessate da gonfiore, allevia la sensazione di pesantezza.

Sulle gambe gonfie, ad esempio, può essere applicato un impacco a base di the verde, lasciato in infusione durante la notte in acqua bollente; dopo essere stato filtrato, é possibile immergervi alcune garze in cotone da applicare direttamente sulle gambe.

In caso di gonfiore alle caviglie, invece, è possibile effettuare impacchi con aceto; è preferibile effettuare questo trattamento di sera, lasciando agire per almeno quindici minuti.

Fitoterapia

La fitoterapia è una valida soluzione per prevenire i fastidi dovuti al caldo, grazie a pomate, tinture madri o composti a base di erbe benefiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *