Come fare il pane in casa con il lievito madre

Come fare il pane in casa con il lievito madre

Fare il pane in casa può essere utile, soprattutto nei momenti in cui non si vuole o non si può uscire. Qui però non si tratta soltanto di utilità, ma anche di piacere per l’olfatto e per il gusto. Il profumo tipico di questo alimento vi inonderà casa e mangerete finalmente qualcosa di buono e genuino.

Inoltre avrete un ampio margine di personalizzazione: potrete aromatizzare la pietanza, usare farine adatte ad allergici ed intolleranti, ottenere pagnotte più o meno cotte e morbide a seconda dei vostri gusti e così via.

Fare il pane con il lievito madre

Fare il pane in casa non è difficile da ottenere: qui puoi vedere come preparare la pasta madre, un agente lievitante naturale un tempo molto utilizzato e, ovviamente, rigorosamente preparato in casa. Esso è capace di rendere i prodotti da forno morbidi e golosi in maniera del tutto sana.

Ingredienti

Per fare il pane in casa vi serviranno 250 grammi di lievito madre, 20 millilitri di olio evo, 700 grammi di farina di tipo 0, 20 grammi di sale, 400 millilitri di acqua ed un cucchiaino di zucchero. Con queste dosi otterrete 6 porzioni di pane. La fase di preparazione richiederà circa 40 minuti ed un tempo pressoché simile sarà necessario per ultimare la fase di cottura.

Preparazione

Prima di compiere qualsiasi altra operazione, dovete sciogliere il lievito madre nell’acqua tiepida. A questa amalgama aggiungete quindi lo zucchero: in pochi lo sanno ma tale ingrediente accelera sensibilmente l’azione lievitante.

Iniziate quindi a lavorare questi tre elementi. Poco alla volta aggiungete poi la farina, quindi l’olio ed infine il sale. Fate attenzione che quest’ultimo venga sempre unito agli altri ingredienti alla fine della lavorazione: diversamente il lievito non funzionerà a dovere.

Iniziate adesso ad impastare con un certo vigore. Inutile dire che il vostro lavoro sarà notevolmente semplificato dalla presenza in casa di una buona planetaria ma che, in assenza di questo macchinario, dovrete arrangiarvi sfruttando la sola forza delle vostre braccia. In circa una quindicina di minuti la pasta sarà comunque elastica ed omogenea al punto giusto.

Ottenuta così una sfera ben levigata, ponetela all’interno di una ciotola in cui avrete spalmato dell’olio. Coprite il tutto con uno straccio asciutto da cucina oppure con uno strato di pellicola trasparente.  Adesso accendete la luce del forno e ponete il tutto all’interno a lievitare per almeno 5 ore. Il processo in questo caso richiederà più tempo di quanto non serva utilizzando il lievito di birra.

Trascorso questo lasso di tempo, gettate un po’ di farina sul tavolo e cominciate nuovamente a lavorare l’impasto. Stavolta sgonfiatelo ripiegandolo ripetutamente in tre parti, quindi date forma al vostro pane. Tenete presente che se formerete dei panini questi cuoceranno in tempi decisamente più veloci di quanto non farebbe una grossa pagnotta.

Adagiate il vostro pane su una teglia protetta da carta forno, lasciate lievitare ancora una volta nel forno a luce accesa per una notte intera e l’indomani provvedete a staccare le porzioni eventualmente unitesi. Adesso potete finalmente infornare: andranno bene 220°C per un lasso di tempo variabile dai  30 ai 40 minuti. Una volta cotto, il pane andrà avvolto in uno straccetto da cucina per qualche minuto.

Per ottenere una crosta croccante

Se siete dei patiti del pane croccante non dimenticate di aggiungere nel forno, ovviamente soltanto in fase di cottura, un pentolino d’alluminio pieno di acqua. Il vapore così creato all’interno dell’elettrodomestico contribuirà a rendere la crosta ben cotta e scricchiolante.

Se invece disponete di un forno dotato di funzione vapore vi basterà attivarla e non avrete bisogno del pentolino di cui sopra.

Lievito madre secco

Se in casa non avete del lievito madre fresco, potrete utilizzare la variante secca spesso disponibile anche nei supermercati. Tenete presente che in questo caso le dosi necessarie si ridurranno a 40 grammi di lievito da unire alla farina. Procederete poi aggiungendo l’acqua e gli altri ingredienti.

Fare il pane con il Bimby

Se in casa avete un Bimby potrete servirvene per preparare il pane. In questo caso vi basterà riporre il lievito madre nel boccale insieme all’acqua tiepida ed allo zucchero. Azionerete quindi la funzione spiga per non più di una quarantina di secondi. Aggiungerete poi il resto degli ingredienti e, mantenendovi sulla funzione spiga, lavorerete il tutto per un paio di minuti. Procedete infine alla lievitazione come indicato nella ricetta generale.

Conservare il pane home made

Come si conserva il pane fatto in casa? Se siete degli habitué accantonate i sacchetti dispensati dai panettieri e riponete l’alimento al loro interno per non più di 4 giorni. Volendo, quando il pane non sarà più fresco e soffice, potrete riscaldarlo in forno.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi