Capelli secchi, sfibrati e disidratati? Scopri quali sono le cause e i rimedi naturali

Capelli secchi, sfibrati e disidratati? Scopri quali sono le cause e i rimedi naturali

I capelli secchi, diciamoci la verità, non possono di certo dirsi piacevoli alla vista né tanto meno al tatto. Il loro aspetto suggerisce l’idea che qualcosa nel corpo non vada come dovrebbe: sono spesso opachi, appaiono sfibrati e persino disidratati. A peggiorare le cose intervengono, nella maggior parte dei casi, anche le doppie punte, tanto più visibili quanto più lunghi sono i capelli.

Se vi riconoscete in questo quadretto e se siete stanche della vostra chioma spenta e poco attraente non preoccupatevi più di tanto: abbiamo chiesto agli esperti di www.revalhair.ch di darci qualche suggerimento utile a risolvere il problema. Nelle prossime righe troverete quanto serve sapere in proposito.

Cause dei capelli secchi

Una delle prime ragioni capaci di determinare questo esito è di natura strettamente genetica o, tuttalpiù, ormonale. Si tratta, a dire il vero, di casi percentualmente più rari ma comunque da tenere in considerazione. Il problema, in questa eventualità, risiede nel fatto che le ghiandole sebacee lavorano poco e/o male. In questo modo la cute appare generalmente molto secca ed anche i capelli, presto o tardi, finiscono per risentire di questa condizione.

Ma lasciamo da parte la genetica e passiamo all’analisi delle cattive abitudini. Deleteria, per quanto riguarda la secchezza di cute e capelli, è anche la prolungata esposizione a determinati agenti climatici e soprattutto ai raggi solari o all’acqua marina.

Una chioma sana può seccarsi anche a seguito di ripetuti trattamenti cosmetici poco adatti a quel determinato tipo di capello o generalmente aggressivi oppure ancora a seguito di un’assidua frequentazione delle piscine.

Non possono certo dirsi un toccasana infine l’uso e l’abuso del phon, degli arricciacapelli o delle piastre, né tanto meno l’abitudine di sottoporsi a lavaggi frequenti, per giunta utilizzando detergenti scadenti o particolarmente aggressivi. Sconsigliati sono infine trattamenti cosmetici quali le decolorazioni o le tinture non naturali (molto meglio ricorrere all’hennè per tingere i capelli in modo naturale).

Capelli secchi rimedi naturali

Quale che sia la causa che abbia originato la secchezza dei vostri capelli occorre porre presto rimedio al problema. Come? Beh, innanzitutto iniziate a mangiar sano. Vi sembrerà strano, ma correggere il vostro stile alimentare può voler dire agire anche sulla chioma, riportandola ad un migliore stato di salute.

In alcuni casi, ammesso anche che la vostra dieta sia tendenzialmente sana, potrebbe essere utile anche chiedere aiuto al medico o al farmacista. Molto probabilmente gli specialisti vi suggeriranno una cura a base di integratori naturali.

Ovviamente poi dovrete sostituire il vostro vecchio shampoo con un detergente delicato e naturale da accompagnare magari all’uso di un buon balsamo, di impacchi o di maschere mirate alla risoluzione del problema. Optate in questi casi per cosmetici che contengano sostanze vegetali che possano nutrire ed idratare il capello o per prodotti dalle riconosciute proprietà emollienti. Ottimi saranno in questo senso i detergenti a base di semi di lino, di olio di cocco ed olio di argan oppure ancora di burro di karité o di cera liquida di jojoba.

Agite applicando la maschera appena prima o subito dopo lo shampoo e lasciandola in posa secondo le istruzioni riportate sull’etichetta. Normalmente il trattamento andrebbe eseguito una o due volte a settimana. Alcune maschere invece, per esempio quelle a base di olio di cocco, andranno utilizzate appena prima di esporsi ai raggi UV. A seconda della vostra situazione potrete anche decidere di adoperare gli impacchi soltanto sulle punte dei capelli. Si tratta di un’abitudine indicata soprattutto nel caso in cui a risultare secche ed aride siano le estremità della chioma. In ogni caso comunque non fate uso di questo genere di prodotti o di cosmetici similari prima di immergervi nelle acque del mare o delle piscine.

Infine tenete in considerazione il fatto che articoli come l’olio di thuya possono essere uniti al vostro shampoo ed essere utilizzati per rinforzare e rinvigorire le chiome ormai secche e sfibrate. Insomma: potrete creare un pratico 2 in 1 che risolva il vostro problema.

Cosa evitare in caso di capelli secchi

Quando i capelli hanno un aspetto poco sano bisogna trattarli in modo da eliminare per loro la maggior parte delle possibili fonti di stress. Siete intervenuti a tale scopo sull’alimentazione e sull’uso dei detergenti, adesso però provate a limitare anche l’impiego di phon, arricciacapelli e piastre. Questi strumenti, per quanto di qualità, tendono alla lunga a sfibrare i capelli inaridendoli.

Stesso discorso vale per tutti i possibili trattamenti coloranti. Se proprio non potete fare a meno della tintura per capelli vi suggeriamo di optare per prodotti a base di henné naturale. Si tratta infatti di una soluzione meno aggressiva rispetto a quelle prospettate da molti altri cosmetici coloranti. Ciò non significa comunque che il prodotto sia meno efficace.

Sappiate infine che per nessun motivo dovrete applicare sulla chioma trattamenti a base di argilla, di amidi o rhassoul ed in generale le cosiddette polveri sebo-assorbenti.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi