Come arredare un bagno lungo e stretto

Come arredare un bagno lungo e stretto

Arredare il bagno nella maniera corretta è molto importante. All’interno del bagno ci si deve muovere facilmente, senza ostacoli. Inoltre bisogna sfruttare al meglio lo spazio, così da poter sistemare e organizzare gli oggetti e gli accessori al meglio. Ecco perché abbiamo deciso di darvi alcuni utili consigli su come arredare un bagno lungo e stretto, che va affrontata allo stesso modo in cui si prova ad ottimizzare gli spazi di una casa piccola e stretta, ovvero con una perfetta organizzazione degli spazi.

Se state ristrutturando il bagno da zero potreste approfittare dei nostri consigli per valutare al meglio non solo la disposizione dei mobili, ma anche quella dei sanitari. Se invece il bagno ha già tutto installato, non resta che affidarsi ai mobili per ottenere un arredamento più efficiente.

Organizzare mobili e sanitari

La prima cosa da fare è organizzare i mobili e i sanitari nel modo migliore. Il nostro consiglio è quello di mettere tutti i sanitari da un lato, e tutti i mobili dall’altro lato. In questo modo si potranno sistemare tutti i mobili vicini tra di loro, evitando che si creino spazi vuoti inutilizzati. Di solito questa configurazione del bagno ci consente di installare sanitari più grandi o addirittura due lavandini.

Attenzione a calcolare nel dettaglio lo spazio tra un sanitario e l’altro. Devono esserci alcuni centimetri, e gli errori sono assolutamente da evitare (leggi questa guida per prendere le misure). I mobili possono essere facilmente spostati, ma per muovere un sanitario è necessario cambiare anche la struttura delle tubature.

La doccia può risultare piuttosto ingombrante rispetto al lavandino e al bidet, e per questo richiede un posizionamento studiato nei minimi dettagli. L’ideale è posizionare il box doccia nella parete in fondo, così da impedire che sia da ostacolo nella sistemazione del resto dell’arredamento.

Porta a scorrimento

Un elemento in grado di farci guadagnare molto spazio è la presenza di una porta a scorrimento, rispetto alla classica porta che si apre verso l’interno. Una porta a scorrimento non ha bisogno di un angolo di apertura, e ci permette di sfruttare pienamente le pareti. Al contrario una porta classica prevede che parte della parete sia libera, proprio per permettere all’infisso di potersi muovere con la massima angolazione possibile.

Inoltre una porta a scorrimento evita che la porta e il muro, a lungo andare, risentano del costante contatto, che potrebbe provocare una vera e propria usura.

Mobili sotto il lavandino

In un bagno stretto è importante sfruttare ogni spazio disponibile, come ad esempio la zona sotto il lavandino. Di solito questo punto del bagno resta del tutto inutilizzato, e per questo oggi vengono realizzati dei mobili pronti ad adattarsi al meglio alla forma dello spazio sotto il lavandino, con degli incavi per accompagnare la presenza della colonna che contiene le tubature.

In alternativa ai mobili possiamo sfruttare questa parte del pavimento per posizionare il contenitore dei panni sporchi e il secchio in cui inserire tutto ciò che va conferito all’interno dell’immondizia. L’importante è non lasciare che questo spazio vada sprecato, cercando soluzioni semplici o complesse per dare nuova vita a questo punto del bagno.

Sostituire la vasca con la doccia

Se abbiamo un bagno stretto la scelta migliore è quella di una cabina doccia, al posto di una vasca, che può rivelarsi davvero ingombrante e pronta a occupare tanto prezioso spazio. Oggi installare un box doccia è molto più semplice rispetto al passato, un intervento poco invasivo per il bagno e che richiede davvero poco tempo per essere completato.

Il nostro consiglio è di dare un’occhiata al catalogo di HD Casa, dove sono presenti molte alternative alla classica cabina doccia, come ad esempio i box doccia semicircolari, i box doccia a tre lati e quelli sopravasca. Il sito è facile da usare e presenta dei sistemi di filtri per effettuare una selezione rapida e trovare i prodotti che incontrano le nostre esigenze.

Inoltre installare un box doccia non significa rinunciare alle comodità. Molti box oggi hanno funzioni avanzate, come ad esempio la possibilità di diventare un efficiente bagno turco, utile per rilassarsi. In questo modo si può sì risparmiare sul volume occupato nella stanza, ma senza scendere a compromessi con i comfort che ricerchiamo in un buon bagno.

Sfruttare le misure verticali

Un buon modo di utilizzare al meglio gli spazi che abbiamo a disposizione è quello di acquistare mobili a sviluppo verticale. Spesso questi mobili sono anche stretti, pronti ad adattarsi a una piccola porzione di pavimento. Ci consentono di utilizzare al meglio l’altezza della parete, un vantaggio da non sottovalutare.

Oltre ai mobili a sviluppo verticale esistono altri modi di utilizzare al meglio la dimensione della parete. Ad esempio possiamo montare delle mensole, così da poter poggiare accessori come strumenti e creme in posizione sopraelevata. Se temi di non saperlo fare ti consiglio di leggere questa guida che spiega come montare le mensole in modo facile anche per i non esperti. Tra gli elementi sospesi più apprezzati troviamo le classiche specchiere, che a lato di solito contengono dei piccoli scaffali chiusi da degli sportelli. Inoltre se la specchiera ha un asse superiore ci dona altro spazio, perché possiamo usarlo come ulteriore mensola.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi