Abito da sposa: quale scegliere in base al proprio fisico

Abito da sposa a schiena scoperta

In base al fisico si sceglie l’abito da sposa: è una regola fissa ed intramontabile che, a ben pensare, applichiamo un po’ tutti all’atto dell’acquisto di un qualsiasi vestito. Il problema però è proprio questo: non stiamo parlando di un qualsiasi vestito, ma dell’abito per antonomasia, almeno nella vita di una donna.

Se desideri lasciare a bocca aperta tutti i presenti al giorno delle nozze e soprattutto il tuo futuro marito, potrai basarti sui nostri consigli per scegliere l’abito da sposa che più valorizzerà la tua bellezza. In bocca al lupo allora e… congratulazioni!

L’abito da sposa e le proporzioni del corpo

Per un momento accantonate l’idea di attenervi alle ultime tendenze della moda e, per quanto possibile, non pensate nemmeno al budget da destinare all’acquisto del vestito. Quello che dovete fare è mettervi davanti ad uno specchio e tentare di classificare, per così dire, il vostro fisico.

L’importante, come scrive il designer Luigi Bruno sul suo sito luigibruno.net è di iniziare la ricerca del vestito perfetto in largo anticipo, sopratutto se si ha in testa di farsi realizzare un abito da sposa misura che richiede tempistiche più lunghe.

E allora si comincia dal proprio corpo. Avete un corpo a pera? A rettangolo? A mela? A clessidra, a triangolo o petit? Scopriamolo insieme: sarà fondamentale per scegliere un abito da sposa che esalti la vostra fisicità. La cosa però non vi deve creare alcuno stato d’ansia. Le spose sono tutte belle a prescindere dalla loro corporatura!

La clessidra

Il fisico a clessidra è forse quello che tutte le donne vorrebbero avere, fosse solo per la facilità con cui si possono trovare vestiti che esaltino i punti forti del proprio corpo. Esso si caratterizza per la dimensione paragonabile delle spalle e dei fianchi e per un punto vita abbastanza sottile.

Le fortunate detentrici di queste caratteristiche dovrebbero puntare su scollature a cuore (nel caso in cui il seno sia abbondante) o per dei monospalla (nell’eventualità in cui il decolleté non sia particolarmente generoso) nonché per abiti a sirena o a semisirena, a sottoveste oppure ancora scivolati ed arricchiti di accessori strategici sul punto vita. Tutti questi tagli infatti porranno in risalto la silhouette.

Abito da sposa a sirena

Mai invece orientarsi su uno stile impero: i punti di forza della clessidra, ossia il vitino da vespa e la generale armonia del corpo, non verrebbero adeguatamente valorizzati. Un esempio di donna con il fisico a clessidra? Marylin Monroe: tranquille, come lei il giorno del vostro matrimonio sarete bellissime!

La mela

Il fisico a mela si caratterizza per la tendenza ad accumulare peso sul tronco e sugli arti e per la generale assenza di punto vita scolpito. Le donne con questa corporatura tendono un po’ a scoraggiarsi quando scelgono il loro abito da sposa, ma non ne hanno motivo.

Un vestito stile impero, ad esempio, nasconderà bene la pancetta e porrà in risalto il seno. La parte alta dell’abito però, per non appesantire la figura, non  dovrà avere troppe decorazioni. Una scollatura a V inoltre renderà il busto un po’ più longilineo. In alternativa potrebbe andare bene anche un monospalla o uno stile americano associato ad un taglio morbido e tendenzialmente dritto.

Un abito a tunica corto è la soluzione per chi invece ha anche delle belle gambe. Sì infine anche ai vestiti scivolati ed a principessa, no categorico invece all’abito a sottoveste.

Il rettangolo

Il fisico a rettangolo è spigoloso e privo di curve, in genere magro al limite dell’ossuto. In questi casi sarà quindi necessario giocare un po’ sui volumi con balze e svasature.

Gli abiti più adatti per questo tipo di corporatura prevedono perciò un taglio a sirena, scivolato o a principessa, magari con scollatura a barchetta. Ottime le gonne a campana ed i tubolari arricchiti in prossimità del decolleté. Da evitare invece gli abiti a sottoveste.

La pera

Le donne con fisico a pera hanno spalle strette e fianchi larghi, il seno invece è spesso un po’ piccolino, ma il punto vita è sottile e ben delineato. Ovviamente in questi casi per restituire armonia alla figura sarà necessario riequilibrare queste due porzioni del corpo e scegliere un abito che abbia un corpetto molto lavorato e voluminoso ed una gonna dalle linee morbide.

Sì quindi allo stile impero, agli abiti a principessa, ai redingote o agli scivolati oltre che alle scollature prive di bretelle. No categorico invece agli abiti a sirena: non porrebbero minimamente in risalto i punti forti del corpo!

Corporatura esile

Le corporature esili, i cosiddetti fisici petit,  dovrebbero sempre evitare i vestiti eccessivamente pomposi ed orientarsi invece su un abito corto. In alternativa per loro potrebbe andar bene anche un abito a sirena con scollo rigorosamente a V o un monospalla. Irrinunciabili saranno i tacchi mentre lo strascico andrà un po’ sacrificato.

Abito da sposa corto

Il triangolo

Il fisico triangolare consta di seno abbondante e spalle larghe che controbilanciano fianchi stretti, gambe lunghe e punto vita non delineato. In questi casi è necessario evidenziare proprio il punto vita ed ovviamente le gambe magari con un abito corto, un redingote, un vestito a sirena o a principessa oppure addirittura un abito a pantalone. Le scollature più consigliate sono quelle all’americana o halter. Si sconsiglia vivamente invece di orientarsi su un vestito stile impero.